sextoys

Sextoys: vibratore strumento di piacere e serenità

Sex toys e benessere, parliamo di vibratori

Il vibratore è un sextoy che nasce nella medicina come cura per isterismi per le donne e quindi va visto non solo come strumento di piacere ma anche come coadiuvante per il benessere.

Il lato più medico del vibratore

Fin dai tempi antichi come suddetto il vibratore era utilizzato per rasserenare le donne che soffrivano di depressione o isterismo, infatti durante l’orgasmo rilasciamo dei ferormoni che rilassano tutto il nostro corpo e ci danno un senso di benessere che sarebbe difficile raggiungere con altri metodi. Per gli uomini dura poco la sensazione di serenità, per il tempo minore dell’orgasmo mentre per le donne si prolunga di molto. Molte sono le femmine che non raggiungono l’apice del piacere attraverso la penetrazione ma solo con la stimolazione dell’interno delle labbra della vagina dove risiede il famigerato punto G, ed è proprio in questo caso che il vibratore aiuta, sia per il raggiungimento che per prolungare l’effetto benefico del massimo piacere. Il primo prototipo del fallo è stato trovato in un ospedale, era considerato una cura, nel momento in cui hanno cominciato a venderlo come strumento di piacere femminile è diventato un tabù per molti anni, fino ad oggi che un sondaggio della Durex ha scoperto che una donna su tre conferma di averne almeno uno a casa ed utilizzarlo anche senza problemi con il proprio partner.

Il lato tecnico del sextoys

Esistono ora in commercio moltissimi modelli di vibratore, si possono suddividere per tipo di stimolazione, per dimensioni e per design. Quelli che stimolano il clitoride sono i più gettonati, sono piccolini, alcuni sembrano quasi dei rossetti, hanno una struttura o in metallo o in silicone e al loro interno la parte vibrante rilascia movimenti continui e forti il giusto da sembrare un soffice tocco di dita che sfiorano clitoride e punto G, il vibratore rabbit che accontenta entrambi, per un orgasmo assicurato. Possiamo trovare anche dei vibratori che per forma e composizione danno la sensazione di un perfetto sesso orale, sono come sfere, al centro in morbido silicone anallergico e dentro un meccanismo che imita il movimento della lingua, i migliori hanno anche regolazione di intensità e di tempo. Per la stimolazione interna vaginale i falli realistici sono molto simili a quelli reali e le dimensioni variano davvero per accontentare ogni gusto. I vibratori sono tutti in materiale anallergico all’esterno e all’interno invece esiste un piccolo meccanismo che vibrando provoca il piacere che proviamo ad utilizzarlo, di solito l’alimentazione avviene tramite alcune pile, ma con la tecnologia gli ultimi inventati anche tramite piattaforme di alimentazione.

Il lato personale del vibratore

Non posso sapere come sia il rapporto di ogni persona che legge questo mio scritto con i vibratori ma tengo a raccontare la mia esperienza personale. Con mio marito abbiamo un rapporto con il sesso molto gioioso, lo utilizziamo come strumento di unione e piacere, e tra tutti i nostri giochi il vibratore è parte integrante. Nelle ore di lavoro del mio partner quando gli scrivo che mi sento sola, lui, tramite un programma tecnologico che comunica via messaggi con lo stimolatore vaginale che abbiamo acquistato e che indosso, mi fa procurare dallo stimolatore un fantastico orgasmo. Quando invece siamo insieme ho notato che con un vibratore è possibile stimolare la zona perianale dell’uomo per provocarle piacere estremo. L’utilizzo i questo sex toys è bello ed unisce anche parecchio la coppia per sperimentare sempre nuovi metodi per provare e donare piacere, nonostante si dica che il sesso non è tutto credo sia invece molto importante.